Marmellata di fichi e mandorle

Ecco come trasformare i gustosi e profumati fichi in morbida crema da spalmare così, conservati in vasetti di vetro, ti accompagneranno mese dopo mese.

Questa ricetta è un dono che mi ha lasciato la nostra amata Nina, una terza nonna per noi. Con la sua maestria in cucina e il suo amore ha accompagnato la crescita mia, di mio fratello, delle mie sorelle e dei miei cugini. Quando lei era in cucina si sprigionavano per tutta la casa dei deliziosi aromi, ricordi preziosi che conservo affettuosamente nella memoria.

 

Ecco dunque come si procede per realizzare questa marmellata che definirei “equilibrata” perché contiene i grassi buoni delle mandorle e poco zucchero aggiunto:

 

Ingredienti

1 kg e 100 gr di fichi

300 gr di zucchero

2 limoni non trattati

100 gr di mandorle

 

Preparazione

Scegli dei fichi sani e compatti senza macchie e possibilmente di provenienza da agricoltura biologica, togli il picciolo e puliscili con un panno. 

Sistemali a strati in una pentola d’acciaio, meglio se con doppio fondo, alternando fichi, zucchero, le mandorle spezzettate grossolanamente e la scorza di due limoni tagliata a listarelle (solo la parte gialla). 

Lascia riposare per tutta la notte e al mattino seguente cuoci a fuoco basso girando continuamente con un mestolo di legno a manico lungo.

La marmellata deve apparire alla fine di colore bruno con i fichi ancora in parte interi. 

Va invasata subito in vasi caldi che poi vanno chiusi ermeticamente e bolliti per 25 minuti lasciandoli infine raffreddare nella stessa acqua di sterilizzazione. Meglio evitare i tappi con guarnizioni di gomma che potrebbero lasciare alla preparazione cattivi sapori. È preferibile optare per vasetti di vetro piccoli con tappi a capsula.

 

Una raccomandazione: ogni volta che aprirai un vasetto dovrai poi conservarlo in frigorifero e consumarlo nel giro di qualche giorno perché la scarsa quantità di zucchero non garantisce una lunga conservazione.

 

P.S.

Il fico dalla polpa dolcissima è una delizia di fine estate. Se hai una passione per questo frutto puoi trovare altre informazioni e ricette in questi miei precedenti post:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *