Un matrimonio infelice infiamma l’intestino

Discussioni, incomprensioni e musi lunghi tra i coniugi fanno ammalare l’intestino. Lo sostiene uno studio condotto dall’Istituto per la ricerca di medicina comportamentale presso l’Ohio State University pubblicato di recente su Psiconeuroendocrinology.
Lo stress coniugale è uno stress particolarmente devastante perché il partner è in genere il sostegno principale invece, in una convivenza o in un matrimonio conflittuale, il partner diventa la fonte principale di stress. Secondo i ricercatori questo stress, protratto nel tempo, porta a uno stato infiammatorio cronico dell’intestino che, gradualmente, fa deteriorare la mucosa e la rende permeabile esponendo l’organismo a svariate malattie: aumenta il rischio cardiovascolare, l’incidenza della depressione e del diabete. Anche le ferite, secondo studi precedenti condotti sempre dallo stesso Istituto, rimarginano più lentamente.
Ma non è stata soltanto l’Università dell’Ohio ad indagare la correlazione tra unioni che non funzionano e problemi di salute: anche l’Università di Pittsburgh, quella dello Utah e quella del Michigan  hanno riscontrato, con precedenti ricerche, che le persone che vivono rapporti di coppia poco sereni hanno un’elevata tendenza alla calcificazione delle arterie e più probabilità di sviluppare ipertensione arteriosa, alti livelli di colesterolo e di zuccheri nel sangue.

 

Secondo la visione naturopatica il benessere è il risultato di una serie di fattori: un’alimentazione sana, un’attività fisica regolare, un ambiente salubre e un equilibrio emozionale. Mente, corpo, spirito e ambiente sono infatti interconnessi e interagiscono sempre insieme.
Mentre alcune persone hanno la dote della resilienza, sono cioè capaci di far fronte in maniera costruttiva alle situazioni di stress e di dolore, per la maggior parte di noi il corpo diventa una via di scarico più o meno immediata delle emozioni negative e anche il matrimonio può purtroppo trasformarsi in un campo di battaglia perché, dopo i primi tempi di innamoramento e passione, la coppia si trova ad affrontare momenti di cambiamento come ad esempio  la nascita del primo bambino, l’adolescenza dei figli, il pensionamento. Tutte occasioni che, sommate alle difficoltà lavorative, possono far entrare in crisi profonda.

 

All’inizio, quando ci innamoriamo, tutto appare perfetto e funziona senza sforzi. Il partner ci appare come la risposta a tutte le nostre necessità e crediamo che saremo felici per sempre.
Con il passare degli anni realizziamo, invece, che è un essere umano con i suoi limiti e i suoi errori. Le fatiche e le frustrazioni della vita quotidiana, inoltre, tendono a soffocare i sentimenti e a drenare ogni energia, così che dare e ricevere amore non è più per niente facile.
È a questo punto che molte coppie si spaccano  perché non capiscono che bisogna faticare  per tener vivo l’amore. Nulla avviene automaticamente. Bisogna prestare la massima attenzione alle necessità del nostro partner e al tempo stesso chiedere e ottenere il sostegno affettivo di cui abbiamo bisogno. 
Non è semplice, bisogna impegnarsi tanto,  cercare di mettere in gioco nuove energie. Ma si può ripartire utilizzando tutto il bagaglio di esperienze comuni come risorsa e forza per un nuovo inizio.

 

Ovviamente non devi volerlo solo tu, anche il tuo partner deve  desiderarlo e impegnarsi quanto te per ritrovare l’armonia.
Una coppia felice non è certo quella che non litiga mai, ma quella che vede il confronto come mezzo per trovare delle soluzioni che sono sempre responsabilità di entrambi i soggetti coinvolti.
Bisogna quindi cooperare, agire in base a decisioni prese insieme, a volte scendere a compromessi.
Solo così si può far crescere e maturare l’unione.

Ricordando che siamo profondamente diversi. Uomini e donne hanno un modo differente di pensare, comunicare e reagire. 

Senza una chiara consapevolezza delle differenze esistenti tra sessi non abbiamo la possibilità di capirci e di rispettarci. Diventiamo esigenti, ipercritici, intolleranti e pieni di risentimento. 

E così, pure animato dalle migliori intenzioni, l’amore a poco a poco muore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *