Rinforza i tuoi capelli

Finisce l’estate. Gli alberi perdono le foglie, gli animali cambiano il pelo, a noi cadono i capelli. Sono fenomeni di ricambio fisiologici coerenti con i ritmi della natura ma, benché sia comune nel periodo autunnale ritrovarsi con le chiome un poco alleggerite, non è del tutto normale, invece, che la caduta sia troppo intensa.
Da un lato certamente le tensioni psico-fisiche legate al rientro al lavoro e alla routine quotidiana incidono, come anche l’utilizzo di sostanze chimiche troppo aggressive contenute in certi shampoo, ma molto dipende da un’alimentazione errata e da una cattiva digestione.

 

Se vuoi risolvere davvero il problema, quindi, prima di tutto devi cercare di mangiare bene per fornire all’organismo tutte le sostanze di cui ha bisogno per costruire capelli sani e forti. In questo mio precedente post trovi varie indicazioni a riguardo.

Ricorda che masticare bene è altrettanto importante. Se non mastichi bene, infatti, non digerisci bene. E se non digerisci bene, oltre a ritrovarti la pancia gonfia come  un pallone e la flora batterica intestinale compromessa, non puoi neanche assimilare le sostanze nutritive introdotte col cibo.

 

La Medicina Tradizionale Indiana, l’Ayurveda, insegna a massaggiare con regolarità la testa con sostanze oleose. Questo non serve solo a prevenire la caduta dei capelli, la stempiatura e l’incanutimento, ma  anche a rafforzare le radici e tutto il cranio. Secondo il primo libro della Charaka Samhita, il più antico ed autorevole trattato antico sulla medicina ayurvedica, con questa pratica anche i sensi si acuiscono, si dorme meglio e l’umore ne guadagna.
Il trattamento andrebbe fatto una volta a settimana massaggiando con vigore per almeno 15 minuti il cuoio capelluto con le punte delle dita precedentemente intinte nell’olio, dopodiché si lascia agire per un’ora prima di lavare i capelli.
Ovviamente la scelta dell’olio non va lasciata al caso.

 

Un ottimo olio per stimolare la ricrescita sana dei capelli si può preparare con finocchio (25 gr), liquirizia (25 gr), foglie di rosa essiccate (25 gr), olio di cocco (50 ml) e olio di sesamo (100 ml).
Si riducono in polvere i primi tre ingredienti, si riscalda l’olio di sesamo a bagnomaria finché inizia quasi a fumare, si toglie dal fuoco e si aggiunge la polvere. Poi, girando sempre con un cucchiaio di legno, si rimette sul fuoco a fiamma molto bassa per altri 10 minuti dopodiché si spenge, si lascia raffreddare e si filtra con l’aiuto di una garza sottile di cotone (non trattato) spremendo bene.
Infine si rimette a scaldare e si aggiunge l’olio di cocco mescolando ancora. A questo punto, amalgamati bene tutti gli ingredienti, si lascia raffreddare e si mette a conservare in una bottiglietta di vetro scuro.
Si mantiene a riparo da luce e umidità.
Se questa preparazione per te è difficile da realizzare (in effetti richiede un po’ di tempo e pazienza) puoi procurarti degli specifici oli ayurvedici per massaggio alla testa facendo attenzione a scegliere quello più adatto alla tua costituzione.

 

E gli integratori?
Ce ne sono di validi: a base di piante, erbe, sali minerali, vitamine e altri nutritivi. Si tratta di scegliere quello che, in questo particolare momento, è più adatto a te. Ma ricorda: l’integratore, come evidenziato dal suo nome, è un prodotto nato per integrare momentaneamente l’alimentazione. Se questa è varia ed equilibrata e lo stile di vita è sano, l’organismo ha tutto ciò di cui ha bisogno per funzionare al meglio. Quand’è così, anche i capelli sono di conseguenza forti e belli.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *