Pompelmo, tante proprietà con importanti avvertenze

È un frutto che piace molto agli sportivi perché IL SUO SUCCO, povero di zuccheri semplici e di calorie, apporta invece alte concentrazioni d’acqua e discrete quantità di vitamina C e di potassio.

Ha anche proprietà digestive, depurative e disinfettanti, va però evitato se si è in cura medica dal momento che interferisce con numerosissimi farmaci (ad esempio statine, antiaritmici, calcioantagonisti, benzodiazepine, estroprogestinici) provocando un pericoloso sovradosaggio degli stessi.

Vari studi, infatti, hanno mostrato che alcuni componenti di questo frutto (il bergamotttino e la naringina) sono potenti inibitori del citocromo P450, un enzima presente a livello intestinale ed epatico che è responsabile della detossificazione dell’organismo da circa il 50% dei medicinali attualmente utilizzati.

Il succo di pompelmo in pratica inibisce l’attività dell’enzima e questo causa una maggiore lentezza nell’eliminazione dei farmaci e quindi una loro maggiore concentrazione nel plasma (ed eccessiva permanenza nell’organismo) con inevitabili, rilevanti, complicazioni.

 

Dalla spremitura a freddo delle bucce del pompelmo si ottiene, invece, UN OLIO ESSENZIALE che si rivela utile sia nel trattamento di molti disordini fisici che psico-emozionali.

Ad esempio stimola l’appetito e la digestione, la circolazione venosa e linfatica, la diuresi, la detossificazione del fegato e dei reni e agisce sui muscoli riducendo le tensioni, i dolori e i crampi. 

Sul piano più sottile delle emozioni e dei pensieri ha un’azione tonica e positivizzante, aiuta a ridurre gli stati d’angoscia e ansietà, di surmenage e pessimismo e favorisce la concentrazione e la creatività.

Come sempre, prima dell’utilizzo degli oli essenziali (che sono sostanze molto concentrate e potenti) consiglio di rivolgersi ad un professionista esperto in aromaterapia per ottenere informazioni sicure e personalizzate, adatte alla propria condizione di salute ed età. 

In questa sede, però, posso certamente suggerire una miscela utilizzabile in casa. Si prepara versando nella vaschetta delle lampade per aromi (o in quella dei caloriferi) 3 gocce di olio essenziale di pompelmo, 2 gocce di olio essenziale di limone e 2 gocce di olio essenziale di bacche di ginepro. 

È particolarmente gradevole e positiva sull’umore individuale e quindi sulla serena quotidianità familiare.

 

Due ultime raccomandazioni finali:

  1. L’olio essenziale di pompelmo può produrre effetti di fotosensibilizzazione (macchiando la pelle), evita quindi l’applicazione se dopo ti esponi al sole o alle lampade abbronzanti.
  2. Una volta aperto il flacone, consumalo entro un anno perché il contatto con l’aria innesca un processo di ossidazione che ne altera la struttura e l’odore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *