Cosa danneggia e cosa favorisce la salute intestinale

Nel nostro organismo, e in particolare nell’intestino, vivono batteri benefici che svolgono molte utilissime funzioni. 

Non si può vivere senza questi batteri e, quando non lavorano al loro meglio (come potrebbe capitare dopo un ciclo di antibiotici), possono insorgere diversi tipi di problemi di salute. 

Le malattie associabili ad una flora batterica compromessa sono davvero tante, evito di fare un elenco che risulterebbe necessariamente parziale visto che più o meno tutte le malattie del corpo umano possono manifestare alcuni aspetti in qualche modo ricollegabili alla disfunzione intestinale (motivo per cui in naturopatia si guarda molto alla salute intestinale).

 

Non sono però solo gli antibiotici ad alterare il naturale equilibrio e il livello numerico della popolazione batterica benefica dell’organismo. 

Possono essere anche altri gli elementi di disturbo:

  • Diverse medicine, ad esempio i farmaci per la chemioterapia e gli steroidi (cortisone)
  • Tutto ciò che può alterare la normale funzionalità dello stomaco (stress, antiacidi, errate combinazioni alimentari)
  • Fumo
  • Eccesso di alcol
  • Stress emotivi
  • Una dieta troppo ricca di grassi, di zuccheri e di carboidrati raffinati
  • Sostanze inquinanti (come i metalli pesanti)
  • Esposizione alle radiazioni
  • Pesticidi, solfiti, emulsionanti, enzima transglutaminasi 

 

Invece ci sono alimenti e sostanze che favoriscono la salute dei batteri benefici e che agevolano la loro capacità di prosperare perché forniscono le componenti nutritive di cui hanno bisogno:

  • Verdure
  • Legumi 
  • Noci 
  • Semi (non salati e non tostati)
  • Cereali integrali 
  • Derivati della fermentazione del latte (come il lassi) facendo attenzione che non contengano residui antibiotici che invece sono presenti spesso nei latticini che si trovano in commercio
  • Miso 
  • Olio di semi di lino e altre fonti di omega 3
  • Carni magre e pesce (sono anch’essi buoni alimenti per la flora batterica se si fa attenzione alla zona di provenienza del pescato e se si scelgono animali allevati biologicamente o ruspanti)

 

Concludendo ricorda che esiste una delicata simbiosi tra noi e gli organismi che vivono dentro il nostro corpo. Puoi  beneficiare della loro attività solo se offri un ambiente e un nutrimento adatti. 

In linea generale un’alimentazione sana e allineata con i ritmi della natura è necessaria perché ci assicura una buona energia vitale e consente a tutti gli organi del nostro corpo, non solo all’intestino, di funzionare al meglio. Ma non c’è una dieta che vada bene per tutti. Bisogna trovare la giusta soluzione per il singolo individuo. Un Naturopata con adeguata preparazione  potrà suggerire quali sono i cibi che fanno bene, come combinarli nella maniera giusta e in che momento della giornata è meglio assumerli. 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *