Perché gli antibiotici sono diventati una causa di cattiva salute

La premessa, doverosa, è che in certe situazioni gli antibiotici salvano la vita.

È però anche vero che troppo spesso sono male usati, cioè utilizzati in modo improprio. Il che significa:

  • Contro infezioni virali (caso in cui sono completamente inutili)
  • Contro il batterio sbagliato
  • Come agente ad ampio spettro quando il batterio coinvolto nell’infezione non è stato identificato
  • Con pazienti che hanno incompatibilità nei loro confronti
  • In dosi eccessive
  • In dosi insufficienti
  • Per periodi troppo lunghi
  • Per periodi troppo brevi

 

Con l’andare del tempo gli effetti dell’uso ripetuto e scorretto degli antibiotici sull’ecologia interna delle persone sono devastanti.

Innanzitutto viene danneggiata la normale flora batterica del corpo. E ciò crea il terreno favorevole per svariate malattie.

In secondo luogo aumenta la resistenza batterica che conduce poi ad infezioni potenzialmente incurabili. 

In questo mio precedente articolo: Antibiotici: rischi ed effetti negativi trovi maggiori informazioni a riguardo.

 

È necessario cambiare atteggiamento verso le malattie infettive. 

Spesso si cerca una via veloce all’immunizzazione o alla guarigione attraverso i farmaci.

Ci si dovrebbe preoccupare di più di nutrirsi in modo migliore e di sostituire le abitudini che inducono alla malattia con consuetudini igieniche e pratiche comportamentali che favoriscono l’efficienza del sistema immunitario e il benessere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *