Zuppa grano saraceno e lenticchie

Facile da preparare, è adatta ai mesi umidi e freddi perché il GRANO SARACENOche è l’ingrediente principale di questa ricetta – è più idoneo ad essere consumato nel periodo autunnale e invernale dal momento che sviluppa rapidamente calore.

Oltre a scaldare, agisce anche sulla parte fisica e istintiva, giova quindi alle persone che hanno scarso desiderio sessuale. In Oriente, infine, è considerato benefico per i reni e capace di produrre buon sangue.

 

Altro ingrediente importante di questa ricetta sono le LENTICCHIE DECORTICATE, quelle arancioni. Tra i legumi sono i più digeribili, infatti sono i primi ad essere introdotti in fase di  svezzamento dei lattanti.

Hanno proprietà remineralizzanti, antianemiche  e anticolesterolemiche.

 

Occorrente per 4 persone:

300 grammi di grano saraceno

250  grammi di lenticchie rosse

600 g di verdure miste, io uso carote e cavolfiori

brodo vegetale (preferibilmente autoprodotto)

4 cucchiai di olio  extravergine di oliva

1 cucchiaino di curry

1 cucchiaino di curcuma

1 cucchiaino di semi di  cumino

1 peperoncino

sale marino integrale e pepe q.b.

 

Preparazione

In una casseruola tostare brevemente i semi di cumino quindi aggiungere le lenticchie lavate e sgocciolate, il grano saraceno,  la curcuma, il curry e il peperoncino privato dei semi e tritato.

Unire due mestoli di brodo freddo e avviare la cottura a fiamma medio-alta.

Intanto si puliscono, si lavano e si tagliano a tocchetti le verdure che per il momento si tengono da parte.

Appena comincia a bollire si abbassa il fuoco aggiungendo via via altro brodo caldo e girando di tanto in tanto. Dopo una ventina di minuti si uniscono anche le verdure e si prosegue la cottura finché saraceno, lenticchie e verdure non saranno morbidi.

Si mette il sale alla fine (gli ultimi 3 minuti) e,  una volta spento il fuoco, si condisce con l’olio extravergine d’oliva.

Infine si impiatta spolverando con un po’di pepe (quello in grani da triturare al momento).

 

È un piatto gustoso dall’odore invitante.  A tavola!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *