Pappa reale, tonico-ricostituente per ogni età

Affascinante e prezioso prodotto delle api, la pappa reale è composta di acqua, proteine (anche in forma di aminoacidi liberi essenziali), glucidi e lipidi, oltre a vitamine (in particolare quelle del gruppo B), sali minerali e oligoelementi (potassio, calcio, sodio, zinco, ferro, rame e manganese). È presente anche una piccola percentuale di sostanze ad attività antibatterica e antibiotica.

Nel complesso tutti questi elementi svolgono un’efficace azione sinergica che è alla base dell’attività salutistica propria di questo importante alimento che la natura ci mette a disposizione.

 

Non ha un sapore fantastico.

Ricordo che quando la mamma da piccoli ce la dava, doveva quasi rincorrerci con il cucchiaino perché nessuno di noi 4 fratelli voleva prenderla. Quella ‘cremina puzzolente’, però, ci manteneva forti e durante l’anno scolastico difficilmente prendevamo un raffreddore.

“E’ il cibo dell’ape regina”, ci diceva ridendo e provava a raccontarci che proprio grazie alla pappa reale questa diventava più grande di tutte le altre api e viveva molto più a lungo.

Parole che allora non mi interessavano un granché perché quella gelatina biancastra era davvero terribile. Oggi le ricordo con tenerezza e gratitudine ogni volta che apro un barattolino di questo ottimo integratore.

 

L’impiego della pappa reale è praticamente privo di controindicazioni. Ho potuto riscontrare che è un efficace tonico ed energetico adatto a tutte le età  essendo in grado di aumentare la vitalità  e la capacità di resistenza dell’organismo, regolarizzare il tono dell’umore e aumentare la difesa immunitaria.

È quindi consigliabile in diverse situazioni:

  • cambi di stagione
  • periodi di stress e superlavoro
  • stati di convalescenza
  • preparazione agli esami (studenti)
  • allenamento e preparazioni atletiche (sportivi)
  • fasi di crescita (bambini) o debilitazione (anziani).

 

Io la preferisco fresca e certificata bio perché proveniente da apicoltori inseriti in sistemi produttivi alternativi a quelli convenzionali nei quali si fa uso di sostanze naturali piuttosto che chimiche per mantenere la sanità delle api e impedire l’instaurarsi e il diffondersi di malattie e attacchi parassitari.

Inoltre secondo l’apicoltura biologica le api devono vivere in modo adeguato alla loro natura e non trovarsi mai sotto stress. Ciò è fondamentale al fine di avere prodotti migliori perché solo quando gli animali vivono in perfetta armonia con l’ambiente circostante nel rispetto dei loro ritmi biologici è possibile produrre cibi sani.

 

Un’importante raccomandazione finale.

Va conservata in frigo, chiusa bene e al riparo dalla luce, altrimenti rapidamente va incontro ad una degradazione dei suoi costituenti attivi.

 

P.S.

Grazie alla loro attività le api creano diversi prodotti salutari. In un precedente post ho parlato del polline, altro ottimo integratore della dieta di adulti e bambini.

Trovi maggiori informazioni in merito cliccando qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *