Preparati all’estate 2: forma fisica

Prosegue lo spazio dedicato agli accorgimenti da adottare per arrivare in piena forma alle vacanze.
Qualche giorno fa abbiamo visto come avere unghie e capelli sani e belli.
Segue adesso un post sulla forma fisica.
 
Nell’approccio naturopatico il corpo è bello se è in sintonia con tutte le sue funzioni e una di queste, essenziali, è il movimento. Per il benessere globale di una persona è dunque necessario integrare nello stile di vita anche l’attività fisica.
Numerosi studi hanno dimostrato l’importanza dell’attività fisica: previene artrosi e osteoporosi, le malattie cardiovascolari, tumorali, metaboliche, abbassa il colesterolo e la pressione. Il movimento regolare ha inoltre un effetto positivo sulle condizioni psicoemotive, riduce l’ansia e aiuta in caso di depressione e insonnia. Quindi tanti vantaggi, oltre a quello di una piacevole silhouette.
 
Ma quale attività fisica svolgere? E con che frequenza?
Gli esercizi aerobici che impegnano in maniera prolungata (ad esempio camminata a passo sostenuto, corsa lenta, bicicletta, nuoto) sono adatti a tutti perché fanno lavorare quasi tutti i muscoli del corpo, favoriscono le funzioni respiratoria e cardiovascolare e aiutano le ossa a rimanere sane. Un impegno regolare di 3-4 volte a settimana è in grado di accellerare il metabolismo, modificare la predisposizione al diabete, favorire il consumo dei grassi accumulati.
Gli esercizi anaerobici, più intensi e di minore durata (come ad esempio l’allenamento con i pesi), sono anch’essi utili ma devono venire affiancati da attività più prolungate e tranquille.
 
Per non correre rischi di infortuni bisogna fare sport con giudizio e regolarità aumentando con gradualità gli sforzi e scegliendo l’attività più adeguata alle proprie caratteristiche fisiche, all’età e alle proprie condizioni di salute. È molto indicato anche fare un po’ di strectching e qualche esercizio di mobilizzazione articolare all’inizio e alla fine dell’attività sportiva, non solo per evitare infiammazioni, distorsioni e strappi, ma anche per favorire lo sviluppo di una muscolatura elastica oltre che forte.
 
Ecco qualche consiglio ulteriore per svolgere bene due attività tra le più facili ed efficaci a disposizione di chiunque:
 
·         CORSA
L’ideale è fare jogging in parchi e strade poco trafficate alternando la corsa leggera alla passeggiata per un totale di 20 minuti.
Bisognerebbe dedicarsi a questa attività almeno tre volte a settimana aumentando ogni volta, anche se di poco, il tempo dedicato alla corsa. Esempio: Prima settimana = 1 minuto di corsa e 1 minuto di camminata (per 10 volte); Seconda settimana = 2 minuti di corsa e 1 minuto di camminata (per 6 volte); Terza settimana = 3 minuti di corsa e 1 minuto di camminata (per 5 volte) e così via cercando di arrivare in 8 settimane a 20 minuti di corsa continuativa (sempre a ritmo lento).
Importantissime le scarpe. Quelle da corsa devono essere adatte al peso e alla forma del piede della persona: è necessario farsi consigliare dal personale specializzato al momento dell’acquisto. Scegliere anche l’abbigliamento giusto che deve essere in tessuto traspirante. Le donne dovrebbero acquistare anche un reggiseno da corsa per sostenere adeguatamente il seno.
 
·         BICICLETTA
Ecco un’altra attività che stimola sistema immunitario e cardiovascolare, a patto che si fugga dalle città congestionate dal traffico per godere della natura.
Andare in bici serve soprattutto a tonificare la muscolatura degli arti inferiori e a prevenire gonfiori alle gambe. Per evitare inconvenienti al ginocchio – che potrebbe rischiare un’infiammazione – è bene regolare correttamente l’altezza della sella, un rivenditore qualificato saprà dare indicazioni giuste a riguardo. Per l’abbigliamento scegliere tessuti che permettano al corpo di traspirare.
Bisognerebbe uscire in bicicletta almeno 3-4 volte a settimana con continuità e aumentare gradualmente le distanze percorse. Non dimenticare di portare con sé una borraccia d’acqua e di indossare il casco. Se si prevede un’uscita superiore alle 2 ore, meglio programmare anche uno spuntino a base di frutta oppure con una barretta di cereali  misti a semi.
 
Non c’è la possibilità di correre o pedalare all’aria aperta? Si può sempre ripiegare sulla CYCLETTE. Per stimolare il metabolismo però in questo caso è necessario pedalare tutti i giorni per almeno 35 minuti. Giusto il tempo di un telegiornale e un meteo…
 
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *