Migliora la resistenza con i semi di girasole

Particolarmente ricchi di sali minerali e vitamine (B1, A, E, D, PP e la rarissima B12 che è pressoché assente negli altri alimenti di origine vegetale), i SEMI DI GIRASOLE hanno un effetto positivo sulle ghiandole surrenali e la capacità di rafforzare stomaco e milza, sono quindi ideali per contrastare i cali energetici spesso dovuti a carenze nutrizionali.

 

Contengono anche proteine e acido clorogenico che, secondo alcune ricerche, svolge una preziosa azione di protezione sia come agente antitumorale e antimutageno sia come antibatterico e antinfettivo. Sono quindi un aiuto in più per l’organismo in questo cambio stagione in cui  il corpo può essere ancora vittima di attacchi virali.

 

Un altro ottimo motivo per consumare questi semi è che contengono acidi grassi polinsaturi che lubrificano e tonificano l’intestino giovando in caso di gonfiori addominali e stitichezza.  

Si possono gustare crudi, non tostati e non salati, su insalate, fiocchi di cereali, minestre, zuppe, stufati e dessert, sgranocchiati così come sono oppure polverizzati con un macinino da caffè.

 

Prendi l’abitudine di portare sempre con te anche fuori casa una manciata di semi di girasole: sono un ottimo energizzante, molto meglio di qualche snack ricco solo di zucchero e calorie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *