Ketchup. Fallo in casa e rischi meno

È una salsa saporita utilizzata spesso come condimento, ma quanto è sana?

Non ci crederai ma in realtà qualcuno, per via della forte acidità dovuta al pomodoro e all’aceto, la utilizza con successo per rimuovere la patina scura dagli utensili d’argento e di rame.

Il problema è che al di là del sale, dello zucchero, dell’aceto e dei pomodori (che spesso non sono pomodori veri ma semiconcentrati o concentrati di pomodoro di dubbia provenienza), in molte preparazioni a livello industriale vengono aggiunti addensanti, regolatori di acidità, edulcoranti, conservanti e glutammato monosodico. Quest’ultimo è un esaltatore di sapidità neurotossico. Direi che è pericoloso quanto l’aspartame. Alcune ricerche indipendenti  infatti, oltre che dannoso per il cervello, lo indicano anche come “potente stimolante per i tumori”. Purtroppo è usato in migliaia di prodotti alimentari e si nasconde sotto diverse denominazioni.

 

Certamente nel ketchup le dosi degli additivi poco salutari sopra menzionati sono minime e bisognerebbe consumarne enormi quantità per rischiare di incorrere in problemi di salute, ma molte persone, soprattutto i giovani, fanno un utilizzo continuativo di questa salsa.

Meglio acquistare allora buoni prodotti, contenenti ingredienti di qualità superiore alla media (come, ad esempio, un ketchup commercializzato con il marchio di una nota catena di distribuzione italiana che contiene come ingredienti solo pomodoro, zucchero, aceto, sale, spezie).

Per fare ciò basta dare uno sguardo all’etichetta.

Altrimenti si può realizzare facilmente questa salsa a casa. In questo caso sarà sicuramente sana, soprattutto se si sceglieranno ingredienti provenienti da agricoltura biologica.

 

Ecco cosa occorre per preparare alcuni vasetti:

1 kg di pomodori maturi

125 g di cipolle rosse

1 foglia di alloro

1 o 2 chiodi di garofano

12,5 cl di aceto di mele

1/4 di bastoncino di cannella (metà di metà)

2 cucchiai e mezzo di agave

1 cucchiaio di sale

noce moscata q.b.

 

In una casseruola capiente mettere i pomodori tagliati a pezzi, le cipolle tritate e tutti gli altri ingredienti.

Si porta a ebollizione e si cuoce a fuoco lento per 40 minuti circa.

Si passa al setaccio per eliminare le spezie e poi si frulla (io per praticità metto l’alloro, i chiodi di garofano e la cannella in un sacchettino di garza che rimuovo poi a cottura ultimata prima di frullare).

Ottenuta una salsa omogenea, si rimette in pentola e si cuoce senza coperchio fino a raggiungere la densità desiderata, infine si aggiunge un pochino di noce moscata.

Va versato ancora bollente nei vasetti con tappi a chiusura ermetica perfettamente puliti e sterilizzati, facendo raffreddare a tappo in giù.

 

Se  non  consumi subito il tuo ketchup casalingo, ma desideri conservarlo, allora  avvolgi i vasetti con giornali o stracci e deponili in una pentola in cui possano essere completamente sommersi dall’acqua.

Porta l’acqua a bollore e fai bollire per trenta minuti, poi spengi e lascia raffreddare completamente i barattoli nell’acqua.

Dopo questo trattamento di sterilizzazione i vasetti si conservano anche per un anno ma, una volta aperti, vanno conservati in frigorifero e per non più di dieci giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *