Rimedi naturali per insetti sgraditi

In campagna, al mare o in montagna è facile ritrovarsi in casa animaletti poco simpatici. Ecco alcune astuzie per contrastarli senza fare ricorso a prodotti tossici.

Mosche Versare dei grani di pepe in alcune ciotoline da sistemare qua e là per la casa.

Anche i chiodi di garofano infilati nelle fettine di limone hanno un odore sgradito a questi insetti.

Formiche Unire bicarbonato e borotalco e spargerlo negli angoli di accesso preferito. È una miscela che trovano molto sgradita. Se la loro invadenza si è spinta fino alla dispensa puoi disporre una ciotolina piena di aceto di vino, l’odore le farà scappare.

Scarafaggi Un sistema infallibile per eliminarli consiste nel preparare una pastella con farina e acqua alla quale vanno aggiunte alcune capocchie di fiammiferi. Questo composto va spalmato su foglie d’insalata (di cui questi insetti sono golosi) e lasciato di notte nei punti in cui si sono visti comparire. Mangiando la verdura si avvelenano.

Farfalline della farina Si formano nelle vecchie confezioni di riso, pasta e altri cereali. Per prevenire il fenomeno dovrai preoccuparti di tenere pulita e ordinata la dispensa gettando le confezioni che sono aperte da troppo tempo. Se aggiungi all’interno degli armadietti o dei cassetti delle foglie di alloro fresche il risultato è garantito.

Zanzare Ci sono alcuni profumi che le infastidiscono.

La canfora, ad esempio, se ne può bruciare una zolletta per allontanarle dagli ambienti.

Oppure si possono aggiungere all’acqua della lampada per aromi 4 gocce di olio essenziale di citronella, 2 gocce di olio essenziale di basilico e 1 goccia di olio essenziale di bergamotto.

Sulle terrazze o sui davanzali delle finestre sistemare delle piante di geranio e di basilico, oltre ad abbellire hanno un aroma deterrente per le fastidiose bestioline.

Anche la lavanda risulta utile. Si può tenere in camera una composizione di fiori secchi o nebulizzare il corpo con  uno spray a base di olio essenziale per evitare le punture. Durante una vacanza in Salento mi è stata insegnata una ricetta davvero efficace per inumidire le parti scoperte del corpo. Si fanno macerare per 7 giorni in 500 ml di aceto bianco un cucchiaio di ognuna delle seguenti erbe secche: melissa, salvia, rosmarino e fiori di lavanda. Passata una settimana si filtra il preparato spremendo bene le erbe. Garantisco che tiene lontane le zanzare se si ha in programma un’attività all’aperto in un luogo infestato. Ricorda di diluire con un po’ di acqua prima di bagnare la pelle.

Tarme Se si insinuano nel tuo armadio puoi dire addio al guardaroba. Meglio prevenire con dei repellenti naturali che, oltretutto, profumeranno di buono i tuoi vestiti.

I migliori sono foglie secche di alloro, rosmarino, timo, menta, lavanda. Anche il tabacco e il pepe funzionano. Puoi creare dei sacchettini scegliendo alcuni tessuti naturali e mischiando i vari aromi in base al tuo gusto personale. In alternativa puoi procurarti alcuni pezzettini di legno non trattato da inserire nei cassetti o appendere tra gli indumenti. Prima però andranno intrisi di olio essenziale di citronella o di lavanda.

Acari A volte sono responsabili di manifestazioni allergiche a carico dell’apparato respiratorio. Sono animaletti microscopici della polvere che vivono in letti, tappeti, divani nutrendosi delle piccole squame di pelle morta che si staccano dal nostro corpo. Un’accurata pulizia di ambienti, tappeti, materassi e tendaggi è la prima cosa da fare (aspiratore elettrico dotato di filtri, panni cattura polvere, lavaggio frequente dove possibile con acqua a 60 gradi).

Ecco, inoltre, uno spray efficace che si può facilmente preparare:

In un flacone spray mettere 200 ml di acqua, 6 cucchiai di aceto bianco, 40 gocce di olio essenziale di Lavanda, Cedro legno, Niaouli, Lemongrass, Garofano, Albero del Tè, Timo bianco, Manuka (sceglierne uno o miscelare alcuni di questi). Agitare sempre molto bene prima di utilizzarlo e vaporizzare su tappeti, tendaggi, divani, materassi senza dare il tempo agli oli di tornare in superficie. Il trattamento va effettuato una volta a settimana.

NB  Utilizzare sempre solo oli essenziali naturali e puri al 100%  meglio se da coltivazioni biologiche o biodinamiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *