Pronto soccorso aromatico in gravidanza

La premessa, doverosa, è che gli oli essenziali non devono essere usati con leggerezza. Sono infatti sostanze molto concentrate che agiscono in maniera profonda e un utilizzo non corretto può determinare rischi anche gravi, soprattutto in certe condizioni come gravidanza, allattamento e prima infanzia.

In realtà la maggior parte degli oli devono essere evitati in gravidanza, allattamento e sui bambini piccoli perché risulterebbero fortemente tossici (alcuni sono addirittura abortivi), ma  ce ne sono tre che possono essere usati in sicurezzaper coccolarsi un poco e prendersi cura del corpo e della mente. L’importante è ricorrere ad oli essenziali naturali al 100% privi di fragranze artificiali o altre sostanze chimiche. 

 

  1. YLANG YLANG

Si può utilizzare come un profumo, ne basta una goccia in poco olio di jojoba: aiuta a combattere paure e sfiducia che spesso accompagnano le neo mamme che temono di non essere all’altezza dei compiti cui dovranno attendere.

  1. LAVANDA VERA 

È un olio che può essere usato anche puro senza controindicazioni. Ovviamente – e questo è comunque un consiglio sempre valido – senza esagerare con la quantità. É utile in caso di punture di insetti, piccoli tagli, graffi e leggere scottature. Aggiunto alla ciotola dell’acqua del bruciaprofumi ha un effetto calmante sulla mente e profuma delicatamente la casa (consiglio di diffondere l’aroma per una ventina di minuti un paio di volte al giorno, non di più).

  1. MANDARINO

Questo olio essenziale è un grande alleato delle mamme sia in attesa che nel periodo post parto. Aiuta ad esempio a prevenire e ridurre le smagliature e le cicatrici del cesareo (va diluito in olio vegetale che potenzia questo effetto),  è ideale nel diffusore per favorire serenità e rilassamento e torna molto utile per i disturbi del sonno. È un ottimo rimedio anche per le nausee. In questo caso basta fare delle inalazioni secche: due gocce su un fazzoletto di cotone sono sufficienti a tenere sotto controllo il disturbo.

Termino questo post con la RICETTA DI UN BALSAMO  DA UTILIZZARE PER IL CORPO. Assicura una pelle morbida ed elastica contrastando le famigerate smagliature che riguardano circa il 90% delle donne in gravidanza.

In una boccettina di vetro scuro mettere 15 ml di burro di karité insieme a 15 ml di olio di mandorle dolci, aggiungere due gocce di olio essenziale di mandarino e chiudere bene conservando in un armadietto lontano dalla luce. Distribuire tutti i giorni sulla pelle umida (appena uscite dalla doccia) avendo cura di agitare bene  la bottiglietta prima di ogni utilizzo.

Ovviamente la battaglia contro le smagliature, che sono una delle preoccupazioni più diffuse per le neomamme, si può vincere solo se si applica fin dall’inizio questo olio elasticizzante, se si mangia in modo equilibrato (soprattutto molta verdura e frutta) e se si fa movimento.

Eh sì, l’attività fisica è necessaria anche in gravidanza. Deve essere fatta con buon senso però. In questo mio precedente posttrovi alcune informazioni che possono tornarti utili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *