Al sole per recuperare serenità e salute

Il lockdown ci ha messo a dura prova sul piano emozionale e mentale. 

Ora dobbiamo uscire e stare di più all’aria aperta. I raggi del sole, infatti, sono un toccasana per l’umore: si abbassa il cortisolo (l’ormone dello stress) e produciamo più serotonina e più dopamina (i nostri “antidepressivi” fisiologici). Inoltre con l’esposizione solare riusciamo anche a dormire meglio perché i ritmi circadiani, fra cui quello veglia-notte, si riequilibrano.

E c’è un motivo in più per stare al sole: uno studio coordinato da Istituto nazionale di astrofisica e Università di Milano ha evidenziato che proprio in estate, quando le emissioni solari sono molto forti, sono sufficienti pochi minuti perché la luce ultravioletta del sole riesca a rendere inefficace il tanto temuto coronavirus. 

Niente di sorprendente, in realtà. La luce solare ha un potente effetto germicida e non a caso anticamente la tubercolosi veniva curata nei sanatori esponendo i pazienti a veri e propri “bagni” di sole.

 

Dunque incamerare l’energia del sole è fondamentale per la nostra salute. 

È la nostra prima ed economica medicina con effetti straordinari non solo su sistema nervoso e immunitario, ma anche su metabolismo, ossa, muscoli, pelle, occhi, apparato cardiovascolare. 

E i benefici del sole non finiscono qui. 

L’esposizione regola i livelli degli ormoni sessuali, migliora la memoria ma, soprattutto, riduce il rischio di malattie del sistema nervoso centrale quali il Parkinson, l’Alzheimer e altre forme di demenza, il rischio di tumori e di tante malattie autoimmuni. 

Possiamo dire, quindi, che esporsi al sole allunga la vita. 

Al contrario ridurre al minimo o evitare l’esposizione aumenta il rischio di morte quanto fumare (in  uno studio condotto su quasi 30.000 donne svedesi la mortalità nelle donne che evitavano il sole era circa il doppio rispetto a quelle che si esponevano).

 

Ovviamente non dobbiamo esporci in modo indiscriminato poiché le radiazioni solari in eccesso favoriscono il foto-invecchiamento e il rischio di tumori della pelle. 

Basta stare attenti ad evitare le scottature. Il che vuol dire esporsi con buon senso cioè arrivare GRADUALMENTE a 30-40 minuti di esposizione al giorno fra le 10 e le 15 (quando il sole è allo Zenit e i suoi raggi sono più corti, il momento giusto per fare scorta di Vit. D) cominciando con tempi ridotti, 5  minuti, e aumentando ogni 3-4 giorni fino ad arrivare a mezzora/40 min al dì, tenendo presente che è necessario esporsi senza filtri REGOLARMENTE, cioè tutti i giorni, ma anche CON MODERAZIONE perché i raggi ultravioletti attivano una serie di risposte all’interno del nostro corpo che possono essere positive o negative per la nostra salute in funzione soprattutto dell’entità dell’esposizione. Inoltre bisogna tener presente che più è chiaro il colore della cute, minore è il tempo in cui è possibile esporsi al sole in sicurezza.

 

Dunque premuniamoci con abiti coprenti in tessuti naturali e cappelli oppure cerchiamo l’ombra per schermarci non appena la pelle inizia ad arrossarsi. 

Altrimenti, se se si vogliono prolungare i bagni di sole, è bene ricorrere  alle creme solari. Meglio, però, preferire quelle con FILTRI FISICI (in genere a base di ossido di zinco e biossido di titanio) IN FORMA NON NANIZZATA rispetto a quelle con filtri chimici perché almeno non penetrano in circolo inoltre, rimanendo in superficie, possono essere applicate anche meno frequentemente (unico neo l’alone bianco che lasciano sulla pelle). Sempre più studi, infatti, puntano il dito contro i pericoli derivati dall’utilizzo dei comuni filtri chimici per la presenza, in essi, di ingredienti con documentati effetti tossici per gli animali e l’uomo. 

Il mio consiglio è di acquistare solari eco-bio certificati che garantiscano l’esclusione di materie prime dannose per la salute e per l’ambiente attraverso severissimi standard come ‘biodizionario approved’ e ‘skineco’. 

 

**********

Ti interessa l’argomento? Puoi leggere questi miei precedenti post:

– Creme solari, le sostanze chimiche entrano in circolo

– I solari migliori per la pelle e il mare

– La vitamina del sole

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *